G. Puccini Fanciulla del West – Curiosità – Trama e Libretto

LA FANCIULLA DEL WEST, 50 chiamate…

Lo sapevate che…?

1.Curiosità

Nel gennaio del 1907, Puccini partì per New York, dove era stato invitato per assistere alla Madama Butterfly in scena al Metropolitan. Il suo interesse pareva rivolto soprattutto alle belle, fantastiche donne, che lo cercavano benché “vecchietto” e nonostante le difficoltà della lingua. Fece così ricognizioni al teatro diretto da David Belasco, nella speranza di fiutare l’occasione per un libretto decente. All’inizio non lo impressiono’ positivamente nemmeno il dramma firmato Belasco The Girl of the Golden West, che gli era stata segnalata. I drammi ambientati nel West non gli dispiacevano, ma erano per lui farraginosi, non offrivano mai “una linea semplice”, mai “niente di chiuso, di solido, di completo”.

2.Curiosità

Ma nell’estate, al ritorno in Italia, Puccini aveva deciso: la Girl di Belasco, tradotta in italiano come La fanciulla del West, prometteva di diventare” una seconda Bohème, ma più forte, più ardita e più ampia. Ho l’idea di uno scenario grandioso, una spianata nella grande foresta californiana cogli alberi colossali”. Così in una sua lettera da Boscolungo, sull’Abetone, dove lo scenario naturale poteva coincidere con quello della fantasia.

3. Curiosità

Nel marzo del 1908, il compositore era solo, l’unica grande personalità del melodramma italiano. L’estate lo trova indaffarato e preoccupato, come scrive all’editore: “E’ un lavoro tremendamente difficile questa Girl”.

La composizione molto lenta della Fanciulla terminò solonel luglio 1910 e l’opera andò in scena, con una messinscena grandiosa e con la smagliante direzione di Toscanini, al Metropolitan, il 10 dicembre dello stesso anno.

4. Curiosità

Puccini, da New York comunicò il successo alla moglie, lasciata in Italia. L’opera lo ha convinto, “risulta tanto bene! E’ così piena di forza e di vita”, anche se” terribilmente difficile…Ebbi complessivamente più di 50 chiamate e dopo ci fu un ricevimento nel foyer, dove mi furono presentate migliaja di persone, tutti i miliardari, gli Astor, i Gould etc…”

A cura di Mirella Mostarda

a Fanciulla del West è un’opera in tre atti di Giacomo Puccini.

L’opera si basa su libretto di Guelfo Civinini Carlo Zangarini e fu per la prima volta rappresentata a New York nel 1910, sotto a direzione di Arturo Toscanini.

La fanciulla del West fu composta tra il 1907 e il 1910 ispirandosi al racconto “The girl of the golden West” scritto da David Belasco.

Personaggi

Minnie, titolare del locale “La Polka” (soprano)
Dick Johnson, bandito Ramerrez (tenore)
Nick, cameriere de “La Polka” (tenore)
Jack Rance, sceriffo (baritono)
Ashby, agente della compagnia di trasporti Wells Fargo (basso)
Sonora, minatore (baritono)
Trin, minatore (tenore)
Sid, minatore (baritono)
Bello, minatore (baritono)
Harry, minatore (tenore)
Joe, minatore (tenore)
Happy, minatore (baritono)
Larkens, minatore (basso)
Billy Jackrabbit, indiano pellirosse (basso)
Wowkle, la sua donna (mezzosoprano)
Jack Wallace, cantastorie girovago (baritono)
José Castro, meticcio, della banda di Ramerrez (basso)

Trama di La Fanciulla del West di Giacomo Puccini

Su libretto di Guelfo Civinini Carlo Zangarini

Opera La Fanciulla del West di Puccini

La storia de La Fanciulla del West è ambientata in California, nei pressi di una miniera e nella locanda La Polka.


Atto I

Opera La Fanciulla del West di Puccini

Polka è una taverna gestita da Minnie nel messo di un campo di minatori in California.

Tutti sono innamorati di lei, tanto che anche lo sceriffo Rance e Sonora combattono per conquistare la stessa donna.

Minnie inizia a leggere passi della Bibbia ai minatori e una volta conclusa la lettura Rance si dichiara ma la donna risponde al suo amore in modo evasivo alludendo all’idea d’amore che si è fatta vivendo coi genitori.

Arriva alla taverna uno straniero, tale Dick Johnson il cui accesso sarebbe vietato in quanto forestiero.

Minnie però lo accoglie dichiarando di aver riconosciuto in lui l’uomo incontrato tempo fa lungo il sentiero di Monterey, amato a prima vista.

I due iniziano a ballare quando tutti i minatori fuggono all’inseguimento del bandito Ramerrez.

Una volta soli Dick e Minnie si dichiarano amore e l’uomo è invitato nella capanna della donna.


(pubblicita’ VI A1)
https://2c6eedcf0e8a70d5ba765644ac75bf48.safeframe.googlesyndication.com/safeframe/1-0-38/html/container.html

Atto II

Opera La Fanciulla del West di Puccini

L’incontro fra Dick e Minnie viene interrotto dal sopraggiungere di Rance e di altri uomini che prontamente avvisano la donna che Johnson in realtà è il temuto bandito Ramerrez.

Minnie manda subito fuori casa il giovane che viene ferito e riaccolto da lei in casa viene nascosto in solaio.

Arriva lo sceriffo per ispezionare la casa nel momento in cui sta per uscire si accorge di una goccia di sangue che cade dal soffitto svelando la sua presenza.

La donna nel disperato tentativo di salvare il suo innamorato lancia una sfida, una partita a poker con in pegno la salvezza dell’uomo o la condanna di entrambi.

Durante la partita Minnie bara e riesce a salvare Dick.


(pubblicita’ VI A2)

Atto III

Opera La Fanciulla del West di Puccini

Intanto i minatori sembra abbiano catturato il badito Ramerrez, Dick Johnson, che sta per essere impiccato.

Poco prima di morire l’uomo dichiara di essere “ladro ma non assassino”, e manda un saluto a Minnie.

La donna si avvicina chiedendone la liberazione in memoria delle tante vicissitudini che ha unito tutti nel suo locale.

I minatori in preda alla commozione perdonano Johnson, finalmente libero di vivere una vita d’amore onesta e felice con la sua amata Minnie.

a Fanciulla del West è un’opera in tre atti di Giacomo Puccini.

L’opera si basa su libretto di Guelfo Civinini Carlo Zangarini e fu per la prima volta rappresentata a New York nel 1910, sotto a direzione di Arturo Toscanini.

La fanciulla del West fu composta tra il 1907 e il 1910 ispirandosi al racconto “The girl of the golden West” scritto da David Belasco.

Personaggi

Minnie, titolare del locale “La Polka” (soprano)
Dick Johnson, bandito Ramerrez (tenore)
Nick, cameriere de “La Polka” (tenore)
Jack Rance, sceriffo (baritono)
Ashby, agente della compagnia di trasporti Wells Fargo (basso)
Sonora, minatore (baritono)
Trin, minatore (tenore)
Sid, minatore (baritono)
Bello, minatore (baritono)
Harry, minatore (tenore)
Joe, minatore (tenore)
Happy, minatore (baritono)
Larkens, minatore (basso)
Billy Jackrabbit, indiano pellirosse (basso)
Wowkle, la sua donna (mezzosoprano)
Jack Wallace, cantastorie girovago (baritono)
José Castro, meticcio, della banda di Ramerrez (basso)

Trama di La Fanciulla del West di Giacomo Puccini

Su libretto di Guelfo Civinini Carlo Zangarini

Opera La Fanciulla del West di Puccini

La storia de La Fanciulla del West è ambientata in California, nei pressi di una miniera e nella locanda La Polka.


Atto I

Opera La Fanciulla del West di Puccini

Polka è una taverna gestita da Minnie nel messo di un campo di minatori in California.

Tutti sono innamorati di lei, tanto che anche lo sceriffo Rance e Sonora combattono per conquistare la stessa donna.

Minnie inizia a leggere passi della Bibbia ai minatori e una volta conclusa la lettura Rance si dichiara ma la donna risponde al suo amore in modo evasivo alludendo all’idea d’amore che si è fatta vivendo coi genitori.

Arriva alla taverna uno straniero, tale Dick Johnson il cui accesso sarebbe vietato in quanto forestiero.

Minnie però lo accoglie dichiarando di aver riconosciuto in lui l’uomo incontrato tempo fa lungo il sentiero di Monterey, amato a prima vista.

I due iniziano a ballare quando tutti i minatori fuggono all’inseguimento del bandito Ramerrez.

Una volta soli Dick e Minnie si dichiarano amore e l’uomo è invitato nella capanna della donna.


(pubblicita’ VI A1)
https://2c6eedcf0e8a70d5ba765644ac75bf48.safeframe.googlesyndication.com/safeframe/1-0-38/html/container.html

Atto II

Opera La Fanciulla del West di Puccini

L’incontro fra Dick e Minnie viene interrotto dal sopraggiungere di Rance e di altri uomini che prontamente avvisano la donna che Johnson in realtà è il temuto bandito Ramerrez.

Minnie manda subito fuori casa il giovane che viene ferito e riaccolto da lei in casa viene nascosto in solaio.

Arriva lo sceriffo per ispezionare la casa nel momento in cui sta per uscire si accorge di una goccia di sangue che cade dal soffitto svelando la sua presenza.

La donna nel disperato tentativo di salvare il suo innamorato lancia una sfida, una partita a poker con in pegno la salvezza dell’uomo o la condanna di entrambi.

Durante la partita Minnie bara e riesce a salvare Dick.


(pubblicita’ VI A2)

Atto III

Opera La Fanciulla del West di Puccini

Intanto i minatori sembra abbiano catturato il badito Ramerrez, Dick Johnson, che sta per essere impiccato.

Poco prima di morire l’uomo dichiara di essere “ladro ma non assassino”, e manda un saluto a Minnie.

La donna si avvicina chiedendone la liberazione in memoria delle tante vicissitudini che ha unito tutti nel suo locale.

I minatori in preda alla commozione perdonano Johnson, finalmente libero di vivere una vita d’amore onesta e felice con la sua amata Minnie.